Serata di paura nella Marsica, una delle zone a più alto rischio sismico d’Italia. Un  terremoto è stato registrato al confine tra Lazio e Abruzzo alle 19.37. L’istituto nazionale di vulcanologia ha registrato una magnitudo di 4.2 con epicentro a Collelongo (L’Aquila). La profondità rilevata è stata di 17 chilometri. Alla prima sono seguite altre due scosse (una alle 19.53 di grado 0,9 e una alle 20.14 di grado 1,4).

Il sisma è stato avvertito in una vasta area, da Avezzano a Sora e sino a Cassino e Frosinone. E più debolmente anche nella zona sud-est di Roma e a Formia e Pescara.

Dalle prime verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose. Controlli di natura tecnica sulle linee interessate dalla scossa sismica. La circolazione ferroviaria sulle linee Roma – Avezzano – Sulmona – Pescara, Avezzano – Roccasecca, Sulmona – L’Aquila è stata sospesa per i necessari controlli da parte dei tecnici di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane). Nessun treno è fermo in linea.

“Abbiamo aperto le scuole in piazza e il bocciodromo alle porte del paese per chi vuole trascorrere la notte in sicurezza. Stiamo verificando se ci sono danni, ma non sembra ve ne siano”. Così il sindaco di Collelongo Rosanna Salucci.

“Amici Abruzzesi, vi invio il mio pensiero per lo spavento di questa sera col maledetto terremoto”, ha scritto su Facebook il vicepremier Matteo Salvini, aggiungendo: “Questo fine settimana torno ad abbracciarvi: venerdì sarò alle 11 a Chieti, alle 15 a Pescara, alle 18.30 a Montesilvano, mentre sabato alle 10 a Teramo, alle 12.15 a Notaresco, alle 14.30 a Roseto degli Abruzzi e alle 17 a L’Aquila”.

Il sismologo Alessandro Amato ha spiegato che “l’epicentro, registrato a Collelongo, è decisamente lontano sia dalla zona dei terremoti del 2016 e 2017 sia soprattutto a quella del terremoto dell’Aquila nel 2009”.

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected].

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.