In Russia non dimenticano la vicinanza di noi italiani al tempo dell’orrore della strage islamista a Beslan: a Vladikavkaz, in Ossezia, hanno voluto dare un segno di vicinanza alle vittime del terremoto organizzando un concerto di solidarietà il 31 agosto.

Ecco quanto riporta un sito russo:
“L’Italia è quel paese che ha condiviso il dolore della terribile tragedia nella scuola di Beslan, in Ossezia. L’Italia è uno di quei paesi che ci è stato vicino e ha fornito assistenza ai feriti con cure e riabilitazione. I nostri figli sono tornati a sorridere, felici e contenti grazie al calore che hanno loro trasmesso i nostri amici italiani.

L’italia è l’unico paese in cui centinaia e migliaia di persone sono uscite in strada con le candele in segno di solidarietà per le migliaia di vittime dell’attentato terroristico.

A Firenze esiste una piazza intitolata alla memoria dei bambini morti nella strage. In un altro paesino, Monterocca, nel Lazio, si ricorda la morte di innocenti da parte dei terroristi.

Le regioni del nord e del sud dell’Ossezia ricordano i nostri amici [italiani, ndr] dal 2004 a seguito del terremoto che ha portato via tanti [nostri, ndr] fratelli.

Invitiamo la gente dell’Ossezia a onorare la memoria dei morti nel terribile terremoto in Italia. Vogliamo che non si sentano soli in questo momento e sappiano che in Russia saranno ricordati nei secoli per la loro simpatia e il calore dei loro cuori.”

Massimiliano Greco

3 COMMENTI

  1. RINGRAZIAMO I FRATELLI RUSSI ESSI HANNO A PARER MIO UN GRANDE CUORE ANCHE SE MOLTI CREDO NON VOGLIANO ACCETTARE IL FATTO CHE FANNO PARTE INTEGRANTE DELL’EUROPA. SPERIAMO CHE SI POSSA ARRIVARE UN GIORNO ALL’EURASIA. COR CORIBUS VALERIEVIC

  2. E’UN GRANDE E ONOREVOLE AIUTO CHE CI DA’ CORAGGIO E PER QUESTO CREDO SI DEBBA ESSERE OPRGOGLIOSI DI AVERE UN CAPO DEL GOVERNO RUSSO COME AMICO GRAZIE PRESIDENTE PUTIN. IL GUFO ENSI ITALY

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non alimentare discussioni polemiche e personali, mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected]

Inserisca il suo commento
Inserisca il Suo nome