CONDIVIDI

Terrorismo: in Francia, a Marsiglia, i soldati hanno ucciso un uomo che, al grido di “Allah Akbar”, aveva appena accoltellato a morte due persone.

L’attentato è stato eseguito davanti alla stazione ferroviaria. Il terrorista ha accoltellato due persone, lasciandole prive di vita. A quel punto, i soldati di pattuglia hanno aperto il fuoco, uccidendo l’attentatore.

Le vittime sono entrambe donne. Sul terrorista si sa ancora poco, se non che avesse una ventina di anni, e fosse privo di documenti.

I testimoni asseriscono che l’uomo abbia gridato “Allah Akbar” mentre compiva il suo folle gesto. Una delle donne è stata sgozzata, ed è morta sul colpo, l’altra è stata accoltellata all’addome, ed è morta poco dopo.

A differenza di quanto accaduto in altre circostanze, stavolta non ci sono stati dubbi: l’attacco è stato subito bollato come terrorismo, e un’indagine è stata aperta proprio con questa ipotesi di reato.

Le autorità sono concordi anche sul fatto che, senza la prontezza di riflessi dei militari, le vittime sarebbero state molte di più.

Intanto, in Canada, un uomo ha usato un camion per investire un gruppo di persone, tra cui un poliziotto, prima di essere arrestato. Sul veicolo è stata trovata una bandiera dell’ISIS, e anche per questo motivo l’uomo è accusato di terrorismo.

Al momento ci sono cinque feriti. L’uomo parrebbe aver agito da solo, ma la polizia non esclude vi possano essere dei complici.

Massimiliano Greco

 

CONDIVIDI

Nato a Siracusa, si occupa prevalentemente di politica estera e strategia. Ha scritto “Battaglia per il Donbass” (Anteo Edizioni, 2014)
https://pagineirriverenti.wordpress.com/

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@opinione-pubblica.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here