Il PM Michele Ruggiero della Procura di Trani ha chiesto una condanna a 9 anni di reclusione e 16mila euro di multa per David Wilmoth Riley, ex capo del rating sovrano della sede londinese dell’agenzia nordamericana “Fitch”, nel processo “Rating” con la pesante accusa di “manipolazione del mercato” in merito al doppio declassamento del rating italiano realmente avvenuto il 27 gennaio 2012.

Già il 10 e il 17 gennaio 2012 – dichiara il PM nella sua requisitoria – l’analista avrebbe fornito anticipazioni sul declassamento italiano destabilizzando l’immagine del Paese sui mercati finanziari e all’interno dell’Unione Europea. Nonostante l’Italia nel 2011 col governo Berlusconi – continua Ruggiero – stesse meglio di altri Paesi dell’Unione Europea, come emergeva dal documento di stabilità finanziaria, l’imputato avrebbe declassato l’Italia violando il regolamento che vieta le anticipazioni solo per bieche logiche di un mercato in cui la concorrenza è forte e bisogna informare per esistere.

La sentenza è prevista per il prossimo 23 febbraio, ma oltre a Riley a giudizio ci sono altri cinque analisti e manager di Standard&Poor’s.

La Procura di Trani già da tempo, infatti, indaga sulle vicende del 2011 che portarono alle dimissioni di Silvio Berlusconi; è dunque ormai giunto il momento di fare finalmente luce in uno dei periodo più oscuri della storia repubblicana, quando un governo democraticamente eletto viene estromesso per volere di istituzioni straniere e finanziarie.

Antonello Tinelli

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non alimentare discussioni polemiche e personali, mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected]

Inserisca il suo commento
Inserisca il Suo nome