Trump

Secondo Trump, la NATO, pensata per la Guerra Fredda e affrontare l’URSS, non è in grado di far fronte alla minaccia terroristica, sia perché si tratta di un nemico molto più elusivo, che per i Paesi che (non) ne fanno parte. Secondo Trump, la NATO non ha le carte in regola per affrontare il terrorismo, e di fatto non ne parla mai. Discute solo dell’Ucraina e di come affrontare la Russia.

Quest’ultima, la vede pur sempre come una minaccia, ma molto minore rispetto alle altre, fra cui quella terroristica.

il petrolio e il gas russi sono più importanti per i paesi europei, rispetto all’Ucraina e alla liquidazione della crisi fra occidente e Russia.

Secondo Trump, fin dall’inizio della crisi in Ucraina la questione è stata ridotta a uno scontro fra USA e Russia, con gli europei spettatori passivi. Trump considera in maniera critica il supporto americano all’Ucraina, visto che, a suo dire, dell’Ucraina non sembra importare davvero a nessuno.

Trump attacca duramente la NATO e tutti gli alleati degli USA, accusandoli, in sostanza, di essere dei parassiti che vengono protetti dagli americani, che si dissanguano, ma non forniscono nulla in cambio.

La NATO, in conclusione, sarebbe ormai uno strumento costoso e inutile e il cui peso ricade interamente sugli americani. Perciò andrebbe messa da parte, e sostituita da qualcos’altro al passo coi tempi.

E’ difficile dire che ne sarà di questi propositi, in caso di elezione. Tuttavia, se non altro, si tratta dell’unico candidato alla presidenza americana, che dica cose davvero nuove. Con Trump, l’evento più deprimente e inutile di sempre, la campagna elettorale americana, assume una connotazione persino divertente.

Massimiliano Greco

Avatar
Nato a Siracusa, si occupa prevalentemente di politica estera e strategia. Ha scritto "Battaglia per il Donbass" (Anteo Edizioni, 2014) https://pagineirriverenti.wordpress.com/