Il Premier ellenico, Alexis Tsipras, si dimette in un discorso in diretta televisiva alla nazione.

Una decisione presa dopo il pagamento alla BCE (Banca Centrale Europea) di una parte di debito, circa 3,4 miliardi di euro.

Secondo fonti governative, le elezioni si terranno il 20 settembre di quest’anno.

Le dimissioni sono dovute anche alle continue pressioni di una fetta di partito del Segretario Nazionale Alexis Tsipras, Syriza.

Venerdì, i ministri delle finanze dell’euro zona hanno votato per il terzo pacchetto di aiuti da dare alla Grecia per fronteggiare la propria crisi. Atene riceverà complessivamente circa 86 miliardi di euro in tre anni.

Dopotutto Tsipras conta di ottiene ancora una larga maggioranza e una grossa popolarità tra i greci.

“Il popolo deve prendere il potere nelle sue mani”, queste le parole pronunciate oggi dal leader di Syriza.

Dalle notizie riportate, dalla testata mediatica internazionale Sputnik, un’ala di Syriza preferirebbe andare alle urne l’11 ottobre, nel tentativo di superare le divisioni interne.

Nelle ultime settimane la Grecia ha venduto al governo centrale di Berlino circa 14 aeroporti.

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected].

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.