Tra meno di tre settimane, l’Ucraina vivrà il secondo turno delle elezioni presidenziali, nelle quali si fronteggeranno l’attuale presidente Petro Poroshenko (che ha ottenuto il 15,9% dei voti nel primo turno) e il popolare comico televisivo e showman Vladimir Zelensky (30%). A lato del primo vi è un enorme apparato amministrativo e la capacità di manipolare le voci di 9-10 milioni di migranti ucraini (circa un terzo della popolazione dell’Ucraina lavora in altri Paesi). Dal lato del secondo vi è l’antipatia generale della popolazione nei confronti del presidente Poroshenko.

Le elezioni in Ucraina, come testimoniato da diverse fonti, non sono completamente libere. Il risultato ottenuto da Petro Poroshenko è molto sopravvalutato a causa delle falsificazioni. Diverse organizzazioni internazionali hanno segnalato violazioni alle elezioni. Gli osservatori provenienti dalla Russia hanno rifiutato di lasciare i seggi elettorali in Ucraina.

Poroshenko, in caso di sconfitta, perderà tutto. Pertanto, il livello di frode nelle elezioni del secondo turno potrebbe essere ancora maggiore. Alla vigilia del primo turno, i pensionati in Ucraina (oltre 12 milioni di persone) avevano ricevuto un supplemento una tantum alle loro pensioni, il che significa un guadagno poco mascherato ad una parte significativa della popolazione. Ma la maggior parte degli esperti esperti in Ucraina e in Russia crede che Zelensky vincerà ancora, e non certo perché i subordinati del presidente Poroshenko non abbiano l’opportunità di utilizzare 2-3-4 milioni di schede elettorali a favore del presidente uscente.

Come ha detto un ex deputato del Consiglio Supremo dell’Ucraina, Oleg Tsarev, qualche tempo fa, una delegazione di membri del Partito Repubblicano degli Stati Uniti era andato a Kiev per consultarsi con Vladimir Zelensky. Poroshenko, durante le elezioni presidenziali americane, si era schierato apertamente con Hillary Clinton. In parole povere, Poroshenko è un “cliente” del Partito Democratico degli Stati Uniti. Inoltre, come affermato da Tsarev, Zelensky è stato sostenuto anche presso l’ambasciata israeliana. Tutto questo andrebbe a favore dell’opinione secondo cui Poroshenko abbia paura di toccare una persona sostenuta da Washington e da Tel Aviv.

Non vi sono prove che le cose stiano effettivamente così, ma di fatto gli Stati Uniti sono interessati ad un cambio di presidenza in Ucraina. Sia Poroshenko che Zelensky sono politici pro-americani. Gli americani hanno esperienza nel cambiare i leader che sono diventati troppo impopolari, ma hanno anche bisogno di mostrare al mondo lo spostamento del potere in Ucraina, ovverosia la natura democratica del regime ucraino. Un precedente in merito è la Georgia, il cui ex presidente Saakashvili aveva iniziato una guerra in Ossezia del Sud per poi venir, a tempo debito, rimpiazzato da un’altra figura più spendibile internazionalmente.

Anche se il cambiamento dell’establishment dominante è irto di momenti spiacevoli e d’incertezza, è nell’interesse degli Stati Uniti attuare il cambiamento da soli, piuttosto che aspettare un nuovo colpo di Stato. L’Euromaidan, organizzato dagli americani, rovesciò con la forza il legittimo presidente Yanukovich. E l’attuale anti-rating di Petro Poroshenko è molto più alto di quello di Viktor Yanukovich all’epoca.

Pertanto, vi è più di un motivo di credere che il secondo turno delle elezioni in Ucraina finirà con la vittoria di un nuovo presidente. Tuttavia, per l’Ucraina stessa, in linea di principio non cambierà nulla.

Silvia Vittoria Missotti

UN COMMENTO

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected].

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.