Donbass Guerra

Nel Donbass, dopo l’arrivo di truppe armate USA, hanno preso il via degli attacchi notturni. Nella notte del 9 giugno sulle città della Repubblica Popolare di Donetsk (DNR) è caduto il fuoco dell’artiglieria ucraina. Ciò significa che l’esercito ucraino ha bombardato alcune città nonostante l’accordo di “cessate il fuoco” di Minsk. Nelle zone residenziali delle città di Donetsk, Makiyivka e Yasinovataya sono infatti stati sparati centinaia di proiettili. Almeno una persona è stata uccisa ed altre 15 sono state ferite, tra cui un bambino di 3 anni.

Sono stati poi rivelati alcuni dettagli riguardanti i bombardamenti, che sono iniziati poco dopo l’arrivo alla base dell’esercito ucraino di alcuni diplomatici militari USA, nei pressi della cittadina di Adveevka. Secondo quanto riportato dai funzionari del DNR, in questa base sono stati schierati dei complessi di artiglieria (AN-TPQ-48 e AN-TPQ-36). Stando al parere dei funzionari, gli artiglieri ucraini dovevano dimostrare il più alto rendimento possibile, agli ufficiali USA, dei complessi AN-TPQ-48 e AN-TPQ-36 in condizioni di combattimento reale, e Donetsk, una città con una popolazione di oltre un milione di abitanti, è diventata il loro terreno di esperimento. Questi dati starebbero ad indicare che gli Stati Uniti sono coinvolti direttamente nel conflitto, e non solo per procura.

La repubblica del Donbass afferma che l’esercito ucraino sta concentrando centinaia di unità (carri armati, artiglieria, sistemi a razzo, ecc.) sulla linea di confine.

Il Ministero degli Esteri russo ha rilasciato una dichiarazione riguardo all’aggravarsi della situazione nel Donbass, e ha accusato Kiev di avere interrotto gli accordi di Minsk.

Sorprendentemente, anche l’ex-combattente Nadyia Savchenko, in occasione di una sua visita nel Donbass di qualche giorno fa, si è dichiarata a favore di porre fine alla guerra nel Donbass e dei colloqui diretti tra Kiev, Donetsk e Lugansk. Se la Savchenko dovesse dichiarare la sua volontà di diventare il nuovo presidente dell’Ucraina (dato che la valutazione dell’attuale presidente Poroshenko è a meno del 2%), potrebbe fare di questo punto il requisito principale del suo programma. Tuttavia, a questo punto sembra che difficilmente i diplomatici russi ed i politici ucraini abbiano il potere di fermare la guerra, che potrebbe iniziare in qualsiasi momento. Alla luce di questi eventi, si potrebbe invece ipotizzare che guerra e pace nel Donbas dipendano dagli Stati Uniti, dove si terranno le elezioni presidenziali in autunno.

Silvia Vittoria Missotti

3 COMMENTI

  1. Cioè i soldati ucraini? Sì a volte muoiono, dopo aver terrorizzato donne e bambini ad un certo momento devono pagare per questo. Saluti

    • Ciao i soldati mantengone il giuramente da soldato cosa dici se vengono in casa tu o nel tu condominio e ti pichiano la moglie o la mama tu li difandi o stai fermo .Qanti guere hano fato i Ucraini e quanti guere hano fati gli Russi .DIFENDI IL TUO TERITORIO VIVI DA LEONE 1 GIORNO MA NON 100 DA PECORA .GRAZIE

  2. Salve se la ucraina bombarda non capisco com’è mai muoiono sempre dei ragazzi ucraini 2 giorni fa sono morti 4 ragazzi giovani. Come sarebbe se qualcuno intrasi in casa sua e direbe che è mia. Saluti e pace a tutto il mondo

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non alimentare discussioni polemiche e personali, mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected]bblica.com.

Inserisca il suo commento
Inserisca il Suo nome