Proseguono spediti i lavori allo Stadio San Paolo. Tutto dovrà essere pronto per Mercoledi 3 luglio, giorno della cerimonia d’inaugurazione della XXX Edizione dell’Universiadi Estiva.

Un mix di cinque colori, con predominanza dell’azzurro, caratterizzerà nuovo volto dell’impianto di Fuorigrotta. È stato ottenuto, in base a quanto richiesto, l’effetto pixellato con cinque colori (azzurro, blu, grigio, bianco e giallo) per i nuovi sediolini, con la dominanza dell’azzurro che richiama il blu e grigio della pista d’atletica.

In attesa dell’entrata nel vivo dei lavori di posa in opera dei sediolini, sono già perfettamente funzionanti gli impianti Audio e Luce, definiti autentici gioielli tecnologici di ultimissima generazione.

L’impianto sonoro, il cui costo è di circa 500mila euro, garantirà una limpidezza del suono come in nessun altro stadio in Italia, non a caso la società che curerà la cerimonia d’inaugurazione non si avvarrà di nessun altro service esterno per la diffusione del segnale sulle tribune.

Potentissime le casse installate che assicureranno una potenza del suono di 1400 W per le tribune superiori e di 400 W per quelle inferiori. Ancora più performante l’impianto luci costato un milione e trecentomila euro.

Il sistema studiato per il San Paolo ha tra i suoi fiori all’occhiello anche il collegamento all’impianto audio per garantire un gioco sincronizzato di luci e suoni, con la facoltà di gestire autonomamente ogni singolo fascio di luci.

“Parliamo, spiega l’architetto Filomena Smiraglia, direttore dei lavori, di un investimento che, unitamente all’installazione dei nuovi sediolini, farà del San Paolo uno degli stadi più moderni e funzionali d’Italia; sicuramente l’impianto pubblico più moderno e tecnologico. Audio e Luci saranno all’avanguardia avendo utilizzato materiali e tecnologie di ultimissima generazione. C’è da essere fieri per il lavoro svolto”.

Altamente performante anche la pista d’Atletica Leggera costata un milione e 200mila euro ed i cui lavori sono già a buon punto. Rigorosamente rispettato il protocollo della IAAF (Federazione Internazionale Atletica Leggera). Per l’anello e le pedane sono stati utilizzati rotoli prefabbricati in gomma di colore blu e grigio, in perfetta sintonia con i colori della gradinata così da rendere particolarmente gradevole anche l’abbinamento cromatico.

“Il San Paolo, conclude l’architetto Smiraglia, avrà in dotazione una pista di Classe Uno, tanto per intenderci la stessa prevista per Olimpiadi e Mondiali di atletica leggera, un plus che permetterà anche dopo Napoli 2019 di organizzare e ospitare gare di livello internazionale”.

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected].

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.