CONDIVIDI
Diego Armando Maradona, Hugo Chavez

Anche Diego Maradona è intervenuto nel merito della questione venezuelana. Il paese, da alcuni anni investito dalla crisi petrolifera che ne ha messo in ginocchio l’economia, da mesi affronta la protesta violenta delle destre del paese che dichiarano il loro amore per la democrazia, ma anelano a un golpe in salsa sudamericana di vecchio stampo, di quelli che negli Usa vedono con estremo favore.

A difesa del governo chavista e neobolivarista di Maduro si è schierato l’ex calciatore Diego Armando Maradona, le cui simpatie politiche per la sinistra socialista sono note: “Siamo chavisti fino alla morte – ha scritte il Pibe sulla sua pagina ufficiale di facebook – E quando Maduro ordina – ha continuato – io mi vesto da soldato per un Venezuela libero, per combattere contro l’imperialismo e quelli che tentano di impossessarsi della nostra bandiera, che è la cosa più sacra che abbiamo.
Viva Chávez !!!!
Viva Maduro!!
Viva la rivoluzione!!!
Viva i venezuelani veri, non quelli interessati e coinvolti con le politiche di destra.
Diego e Rocio”.

 

Chavez, ripristrinato il ritratto del Comandante nel Palazzo della Costituente
Chavez, ripristrinato il ritratto del Comandante nel Palazzo della Costituente

Nei giorni scorsi il governo di Maduro aveva chiamato la popolazione venezuelana alle urne per eleggere una nuova Assemblea Costituente, la vittoria per i chavisti è stata importante, ma le opposizioni non ne hanno riconosciuto il risultato. Oltre alle violente proteste che poco hanno di democratico, domenica scorsa c’è stato anche il tentativo fallito da parte di alcuni sedicenti militari di compiere un colpo di Stato, represso dai militari di Maduro. Intanto, mentre gli uomini di Maduro hanno ripristinato il ritratto di Hugo Chavez, rimosso dalla destra due anni fa, nel Palazzo della Costituente di Caracas, fra pochi giorni dovrebbero partire i lavori dell’Assemblea Costituente che dovrebbe dare nuovo slancio alla “Rivoluzione Bolivariana”.

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO