Un'attivista presente durante la riunione dell'OSA sulla crisi venezuelana.

Era un passaggio politico importante quello della seduta dell’OSA (Organizzazione degli Stati Americani) per l’auto-proclamatosi presidente del Venezuela: il consiglio permanente dell’organizzazione, in presenza del Segretario di Stato statunitense Mike Pompeo, ha votato una mozione per riconoscere Guaidò come legittimo presidente del Venezuela ma non ha raggiunto la maggioranza dei voti (solo 16 su 35) al termine di un’accesa discussione.

La mossa di Guaidò (e di Trump) rischia di avviare un braccio di ferro internazionale visto l’aperto sostegno di Maduro da parte di potenze come Russia e Cina e il sostegno della maggioranza degli Stati americani era vista come un segnale importante da parte della diplomazia statunitense che sta lavorando in queste ore per defenestrare il legittimo presidente Maduro. La Russia ha paventato il rischio di una guerra civile, lo scenario peggiore che possa capitare e a tal proposito Alessandro Di Battista ha scritto sul suo profilo Facebook: “Comunque la pensiate su Putin dovreste riconoscere che per la pace a livello mondiale una Russia forte politicamente è fondamentale. Guardate la crisi venezuelana. Senza Putin già ci sarebbe stato un intervento armato USA (che non escludo purtroppo ancora del tutto)”.

Il destino del Venezuela dipenderà molto dalla diplomazia internazionale, ma il mancato riconoscimento dell’OSA evidenzia quanto sia in salita la scalata al potere di Guaidò.

Alessandro Ametta

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected].

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.