Italia

Con questo editoriale segniamo l’avvio di una nuova ed ambiziosa avventura, quella che passa sotto le insegne del nuovo giornale “L’Opinione Pubblica”. Un giornale che si rivolge a tutto il popolo italiano, dal padre di famiglia che ogni giorno si trova a dover fare i conti in tasca per dar da mangiare ai propri figli, al pensionato che spesso e volentieri è costretto ad aspettare la chiusura dei mercati per raccattare un po’ di verdura, visto che la sua pensione non gli consente d’acquistarla, fino al piccolo e medio imprenditore che a causa della crisi e di una politica anti-nazionale portata avanti dai nostri governi vede la sua attività deperire e venir impietosamente strangolata. Ci rivolgiamo a tutte queste persone, perchè le riteniamo sulla stessa barca: la barca dell’Italia a cui da troppo tempo è negata la giusitizia del potere esprimere il suo grande ed impareggiabile potenziale.

Compito tuttavia non facile, giacché ciò implica temi di tutt’altro che facile portata e che, come direbbe il Poeta, fanno tremar le vene e i polsi. Ma riteniamo che sensibilizzare l’opinione pubblica (ed ecco il motivo del titolo del nostro giornale) su certi temi, e parlargliene, costituisca un grande gesto di rispetto e di realismo, da molto tempo atteso dai più.

Ecco perché abbiamo deciso di dar vita a “L’Opinione Pubblica”: volevamo creare un giornale che fosse pacato nell’avvicinarsi ai temi e nel trattarli, ma al tempo stesso gagliardo nell’affermarli e nel difenderli. Un giornale moderato, ma non pusillanime. Chi ci legge può star certo che “L’Opinione Pubblica” dirà sempre tutto quel che deve dire. Si atterrà alla realtà e dirà il vero, contrariamente a quei tanti giornali che al contrario nascondono i fatti dietro al malcostume della disinformazione.

Ecco perché oggi nasce “L’Opinione Pubblica”, soddisfacendo così una richiesta ed un’esigenza che nel tempo molti di voi ci avevano fatto presente. Sperando di appagare proprio tutte queste necessità, rivolgiamo a tutti i nostri lettori un sincero augurio di benvenuto e di buona lettura. Cammineremo insieme, avendo nella verità e nella dignità i nostri unici padroni.

Filippo Bovo

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non alimentare discussioni polemiche e personali, mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected]

Inserisca il suo commento
Inserisca il Suo nome