Tre razzi pesanti da battaglia sono stati lanciati da unità dell’Esercito Yemenita e da miliziani dei Comitati Popolari contro la base militare di Rajla nella provincia sudoccidentale di Najran.

L’obiettivo è stato raggiunto con successo e duramente colpito dalla salva di vettori yemeniti, che appartengono a una nuova classe di razzi pesanti a raggio medio-corto chiamati “Asif-1” (‘Tifone’) nel comunicato ufficiale yemenita che commentava il bombardamento.

Recentemente missili a lungo raggio sono stati lanciati dallo Yemen contro l’Arabia Saudita in rappresaglia contro i continui attacchi a obiettivi civili che stanno martoriando la popolazione del piccolo ma dignitosissimo e combattivo paese della Penisola Arabica.

Poco dopo questi attacchi a lungo raggio Sharaf Luqman, portavoce dell’Esercito Yemenita aveva specificato che grazie alla capacità autonomamente raggiunta nella produzione di razzi pesanti e missili le forze armate di Sanaa possono permettersi di mantenere a lungo e anche incrementare la pressione delle proprie rappresaglie contro il regime wahabita.

Gentile Lettore, ogni commento agli articoli de l'Opinione Pubblica sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. La preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non alimentare discussioni polemiche e personali, mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi la preghiamo di rivolgersi al nostro indirizzo di posta elettronica: [email protected]

Inserisca il suo commento
Inserisca il Suo nome