Renault e Nissan hanno annunciato l’intenzione di investire 600 milioni di dollari in India per sostenere la produzione di sei nuovi modelli, tra cui due veicoli elettrici.

Le aziende hanno in programma di aumentare la produzione e le attività di ricerca e sviluppo, di introdurre veicoli elettrici e di passare ad una produzione a zero emissioni come parte di una nuova visione a lungo termine per il mercato indiano.

L’investimento iniziale è finalizzato a sostenere i nuovi progetti, che dovrebbero creare fino a 2.000 nuovi posti di lavoro presso lo stabilimento Renault Nissan Automotive India (Rnaipl) di Chennai, destinato a diventare un impianto di produzione di veicoli a emissioni zero.

Il centro Renault-Nissan, si legge nel comunicato, sarà trasformato in un hub internazionale per le esportazioni, concentrandosi su nuovi progetti.

Le case automobilistiche hanno dichiarato che i nuovi modelli saranno tre per ciascuna azienda, progettati e costruiti a Chennai su piattaforme comuni dell’Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi, pur mantenendo lo stile individuale e distintivo dei rispettivi marchi.

Comprenderanno quattro Suv di segmento C. Spazio anche all’elettrico, con due nuovi veicoli di segmento A saranno i primi veicoli elettrici di Renault e Nissan in India.

Le nuove produzioni saranno destinate ai clienti indiani e alle esportazioni dal Paese asiatico.

Ernesto Ferrante
Giornalista professionista, editorialista, appassionato di geopolitica